Trading online, differenza tra Scalping e Day Trading

Con la diffusione di internet e della tecnologia in generale, vi sono stati diversi cambiamenti in molti ambiti, tra cui anche in quello economico-finanziario. In quest’ultimo settore, ad esempio, si è assistito all’affermazione ed alla diffusione del cosiddetto trading online, quindi ad un’attività di compravendita di diversi prodotti finanziari, dalle azioni alle valute, semplicemente attraverso l’uso del computer e di una piattaforma online. Tale tipo di attività, che si può effettuare per conto proprio o per conto di agenzie o società d’investimenti, si può svolgere attraverso diverse modalità, da quelle più tradizionali e limitate fino a quelle più rischiose e speculative. Tra queste ultime modalità di trading online spiccano anche la tecnica dello scalping e quella del “Day Trading“. Approfondiamo meglio in cosa consistono questi due modi di operare sul mercato finanziario per effettuarvi operazioni, di solito svolte da professionisti od esperti del settore, anche se negli ultimi anni tentate anche da persone comuni, grazie alla diffusione sul web di piattaforme online specializzate.

 

Scalping

 

Un’attività ritenuta di tipo speculativo e che consiste nell’aprire e chiudere posizioni su diversi prodotti finanziari, in particolare soprattutto azioni, in brevissimo tempo, all’incirca alcuni minuti. Questa modalità di operare permette di ottenere un certo profitto, tuttavia sono anche considerevoli i rischi da assumersi. La speculazione che in questo caso effettua il trader può essere di tipo rialzista o ribassista. Nel primo caso, l’operatore “scommette” o prevede che un prodotto finanziario tenderà ad incrementare il suo valore, di conseguenza lo acquista per poi rivenderlo al prezzo superiore. Nel secondo caso, viceversa, tenderà a vendere un prodotto prima che il valore di questi diminuisca ulteriormente, per poi, nel caso, riacquistarlo. Il tutto nell’arco di pochi minuti. Un esempio tipico di questa attività si può riscontrare nelle cosiddette vendite allo scoperto. Tuttavia esiste anche un genere fraudolento di tale tecnica, che si identifica con una sorta manipolazione del mercato stesso e che consiste nell’acquistare un titolo a breve termine per poi consigliarne l’acquisto a lungo termine ad altri investitori, per poi ancora venderlo, quando il suo valore è aumentato. Questo tipo di azione può essere considerata una vera e propria frode.  

 

Day Trading

 

Tecnica molto simile allo scalping, infatti consiste nell’acquistare e vendere vari prodotti finanziari (tra cui futures, valute, azioni e stock options), ma il tutto durante l’arco della giornata borsistica e quindi con relativa chiusura delle posizioni entro il termine di conclusione delle trattazioni, anziché entro pochi minuti come nello scalping appunto. Altro elemento comune tra queste due tecniche, a parte la complessità, è l’aspetto speculativo, quindi possibilità di alti profitti ma anche di considerevoli rischi e annesse eventuali perdite.  

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*